STAGE ESTIVO IN TORREFAZIONE!

Stage estivo in torrefazione Minuto Caffè? Perché no!!!

La scuola è ormai finita e non è solo tempo di bagni, sole e mare per gli studenti… è anche l’occasione, per quattro giovani studenti, Federica, Andrea, Danilo e Gabriele, di svolgere un’esperienza di lavoro interessante e costruttiva.

L’ambiente è dinamico e l’azienda sta attraversando una fase di trasformazione e innovazione con nuovi progetti per il futuro. Ma il normale lavoro alla Minuto Caffè non si ferma mai: vengono consegnati i sacchi di caffè, si deve procedere con la composizione della miscela, alla tostatura, la macinazione,  diverse fasi di riempimeto delle capsule o cialde e il confezionamento per la vendita, la parte amministrativa, il marketing, gli ordini, le spedizioni e molto molto altro. Avere la possibilità di inserire nuove persone nell’ambiente lavorativo, anche se solo per un periodo di stage estivo,  è stimolante oltre che un’opportunità di avere un aiuto in più.

 

LA Minuto Caffè accoglie i ragazzi in stage con entusiasmo: i progetti di alternanza scuola lavoro permettono agli studenti di provare davvero cosa vuol dire lavorare in un’azienda. I ritmi sono diversi da quelli scolastici e la pratica è diversa dalla teoria. I ragazzi sono affiancati da un tutor in azienda, un vero e proprio riferimento che affida loro mansioni e insegna ogni cosa necessaria. Inoltre i ragazzi sono seguiti da un referente scolastico passo dopo passo.

Federica, l’unica ragazza del gruppo, frequenta l’Istituto di Istruzione Superiore Boselli- Alberti  ed è alla sua seconda esperienza in torrefazione Minuto, con l’alternanza scuola lavoro.

La prima fase dello stage si è svolta lo scorso inverno, per tre settimane. Ora sta svolgendo lo stage estivo seguita dalla tutor in azienda Chiara. Si occupa di digitalizzazione dei documenti, un lavoro certosino e utilissimo per l’azienda. Segue una parte più amministrativa in azienda, in linea con il suo ciclo di studi. “E’ una bella esperienza, utile, diversa da come mi aspettavo fosse il mondo del lavoro” – racconta Federica – “vedo tante cose, mi rendo utile”.

I tre ragazzi invece sono stati destinati all’area ordini e magazzino, dove si è permeati dall’inebriante profumo del caffè appena torrefatto! Si occupano di manutenzioni, ordini, confezionamento del caffè e tanto altro, affiancati dai tutor Maurizio e Rosario.

stage estivo in torrefazione

Danilo frequenta l’Itis Ferraris-Pancaldo, ramo elettrico, e si occupa principalmente, sotto la guida di Rosario, di installare sulle macchine da caffè, una Sim che consente il controllo a distanza sulle macchine di caffè. In questo modo si può controllare che il sistema delle macchine sia sempre operativo. In caso di problemi si possno risolvere anche da remoto grazie alla sim. E’ un lavoro di responsabilità che a Danilo è piaciuto molto: “è interessante e posso applicare in parte quanto ho studiato a scuola” – racconta Danilo – “ oltre a quello mi rendo utile, le cose da fare sono sempre tante”.

Andrea, frequenta il ramo nautico del Ferraris-Pancaldo, e il prossimo anno andrà in quarta, anche lui è addetto al magazzino. Si occupa di manutenzione, ordini, di impacchettare il caffè sotto la guida esperta dei tutor Maurizio e Rosario.  Anche lui è contento dell’esperienza in torrefazione “ è la mia seconda esperienza di stage – ci spiega – “lo scorso anno ero da Campostano in porto e sono entrambe due belle opportunità per imparare come funziona il mondo del lavoro”.

Gabriele frequenta scienze umane al Liceo Della Rovere. Voleva trovare un lavoretto estivo e sta facendo uno stage in torrefazione grazie alla collaborazione di Confcommercio, che segue questi progetti e tirocini  per inserire i giovani in realtà aziendali.  “Lo scorso anno – racconta – ho fatto uno stage con la scuola, di alternanza scuola-lavoro, ma quest’anno, che non era previsto, ho deciso comunque di trovare un lavoretto e mi trovo molto bene qui alla Minuto Caffè!”

I ragazzi sono seguiti anche da referenti scolastici che verificano che tutto proceda bene durante il periodo di stage. “E’ un modo per valutare i ragazzi anche all’esterno della scuola –spiega la prof. Rebessi del Boselli-Alberti – “sono seguiti costantemente sia in azienda sia da noi, e il loro operato viene valutato al termine dell’esperienza, e trasformato in voti o crediti scolastici: in questo modo i ragazzi sono ulteriormente motivati ad impegnarsi”.

“In questi anni” –  racconta invece la prof. Ghiglione, referente dell’Itis – “abbiamo visto che i ragazzi hanno una gran voglia di mettersi in gioco e di darsi da fare e le esperienze di stage sono sempre molto positive per loro per questo la scuola le continua ad incentivare”.

E chissà che in futuro l’esperienza di stage in torrefazione non torni utile per un vero e proprio inserimento nel mondo del lavoro? Ci speriamo! 🙂